Rolls-Royce Fuel Cell Systems University Technology Centre (Rolls-Royce-UTC)

- TPG main office: Via Montallegro 1, 16145 Genova
- Savona Campus: Via Magliotto 2, 17100 Savona

Nel giugno del 2004, il DIME-TPG è diventato il primo Rolls-Royce University Technology Centre sulle celle a combustibile nel mondo. All'interno di questa collaborazione nel campo delle SOFC, il TPG è conivolto nelle attività di sviluppo del sistema ibrido di Rolls-Royce Fuel Cell Systems che è basato sull'accoppiamento si uno stack ad ossidi solidi con una microturbina. L'obiettivo riguarda il raggiunigimento nel breve termine di un primo prototipo funzionante del sistema. All'interno di questo lavoro il TPG si occupa prevalentemente della simulazione di questo ciclo in condizioni di progetto, fuori-progetto e transitorio.
Inoltre, un impianto emulatore è stato progettato (in collaborazione con Rolls-Royce Fuel Cell Systems) per effettuare prove sui sistemi ibridi. Questa attrezzatura è composta da una microturbina commerciale recuperata (Turbec T100) modificata per la connessione con l'emulatore di cella a combustibile, un insieme di tubazioni progettate per esigenze di misura e per ampliare il campo operativo della macchina attraverso il bleed, cinque valvole per controllare le portate durante la fase di avviamento e un volume modulare ad alta temperatura per l'emulazione fisica della cella a combustibile. Il sistema di emulazione fisica della cella, disegnato con il supporto di calcoli CFD, è un volume modulare isolato termicamente e connesso tra l'uscita del recuperatore e l'ingresso della camera di combustione, come in un reale sistema ibrido pressurizzato. Questo serbatoio, progettato per una temperatura massima di 630°C (903.15 K), è composto da due tubi collettori, connessi rispettivamente all'uscita del recuperatore e all'ingresso del combustore, e cinque tubi modulari connessi ad entrambi i collettori. Svariate prove sono state effettuate con questa attrezzatura incluse le fasi di avviamento e spegnimento dei sistemi ibridi basati sulla tecnologia SOFC. Questo impianto include anche un sistema di ricircolo anodico, progettato sulla base di un sistema ibrido da 450 kW e con un'efficienza del 59%. Questo parte dell'impianto emulatore è composto da una linea del combustibile (per l'emulazione del flusso di combustibile), un eiettore anodico a singolo stadio, e un volume anodico. La linea del combustibile è stata progettata per alimentare il condotto primario dell'eiettore anodico con una portata d'aria (per emulare la portata di combustibile della cella) fino a 20 g/s. Essa è composta da un compressore dell'aria da 15 kW, da un essiccatore, e dai sensori di portata (MP), pressione (PEjP1) e temperatura (TEjP1). L'eiettore anodico genera un ricircolo nel sistema tipico degli impianti ibridi SOFC.