Energie rinnovabili negli edifici e certificazione energetica

Secondo le stime dell'Unione Europea, gli edifici sono responsabili di circa il 40% dei consumi energetici del territorio comunitario e del 36% delle emissioni di gas serra. E’ quindi necessario un intervento incisivo nel settore edilizio, con la costruzione di nuovi edifici a energia quasi zero (NZEB) e la riqualificazione energetica degli edifici già esistenti. Il risparmio in edilizia si consegue sia agendo sull’involucro per limitare al minimo il fabbisogno energetico (corretto isolamento, criteri bioclimatici passivi per la massimizzazione degli apporti solari, schermature solari, tetti verdi...), sia attraverso l'uso di fonti rinnovabili (solare termico, fotovoltaico, pompe di calore geotermiche o elio-assistite...).
Inoltre, per promuovere la riduzione dei consumi energetici negli edifici, è stato introdotto dalla normativa Comunitaria e successivamente recepito anche a livello Nazionale l'obbligo della Certificazione energetica, una procedura per stimare e attestare, attraverso modalità standardizzate, le prestazioni energetiche di un edificio.
La ricerca in tale campo riguarda sia l'ottimizzazione dell'involucro edilizio, sia l'utilizzo in edilizia di fonti rinnovabili, o anche l'integrazione ottimizzata di entrambi gli aspetti, come a esempio gli studi sugli edifici a doppia facciata fotovoltaica.
E' stato ottenuto un finanziamento regionale nell'ambito del "Programma triennale per la ricerca e l'innovazione: progetti integrati ad alta tecnologia" del Polo di Ricerca e Innovazione sull’ Energia Sostenibile di Savona per il progetto "SMART AGRO-MANUFACTURING LABORATORY (SAM-LAB)"; il progetto prevede la progettazione e la realizzazione di una innovativa serra agricola che, grazie a opportuni accorgimenti sull'involucro e mirati controlli automatizzati, riduca notevolmente il consumo energetico, soddisfatto per la maggior parte da fonti energetiche rinnovabili.
Il gruppo di ricerca vanta collaborazioni su questi temi con Istituti di ricerca quali il Centre d'Energétique et de Thermique (CETHIL) di Lione, l’Université de Savoie di Chambéry.
Il presente gruppo di ricerca ha organizzato per conto di Unige quattro corsi di specializzazione offerti ai professionisti del settore dal titolo “Certificazione energetica degli edifici”.

Pubblicazioni

1. M.Fossa, C.Ménézo, E.Leonardi (2008), "Experimental natural convection on vertical surfaces for building integrated photovoltaic (BIPV) applications”, Experimental Thermal and Fluid Science 32, 980-990.
2. S.Giroux-Julien, C.Ménézo, J.Vareilles, H.Pabiou, M.Fossa, E.Leonardi (2009), “Natural convection in a nonuniformly heated channel with application to photovoltaic facades”, Computational Thermal Sciences 1, 231-258.
3. G.E.Lau, E.Sanvicente, G.H.Yeoh, V.Timchenko, M.Fossa, C.Ménézo, S.Giroux-Julien (2012), “Modelling of natural convection in vertical and tilted photovoltaic applications”, Energy and Buildings 55, 810-822.
4. F.Arecco, S.Bergero, P.Cavalletti “Applicazioni pratiche di certificazione energetica”, Editore Flaccovio Dario.
5. F.Arecco, P.Cavalletti, “Efficienza e certificazione energetica degli edifici”, Editore Ipsoa.